Ambientazione
Avventurosi sognatori e giocatori, siate i benvenuti in queste lande!

Le Terre Invisibili, formate dall´unione di tre regni assai diversi tra loro: si estendono dal mare ad ovest, alle grandi catene montuose ad oriente; nascono sul sorgere delle praterie ventose meridionali, per concludersi nei confini nordici del deserto.

Il Regno di Angarid ospita genti di nobili ideali e comprende i territori che un tempo erano nomati Baronato di Tamul e Principato di Angarid.
I suoi domini si estendono a occidente, lungo tutta la costa bagnata dalle acque di Shiv; qui ha il predominio sul mare grazie ai villaggi portuali di Tehran e Dub, e alla cittadina marittima di Giramar.
Solo da questi porti è possibile imbarcarsi per salpare in mare o dirigersi alle isole presenti nei golfi, come l'Isola del Fato o l'Isola Perduta.
Spostandosi verso l'interno a sud troviamo Tamul, principale centro commerciale del regno e luogo ove si erge il Santuario di Gea, sede del culto della Dea, Madre di tutte le cose.
Spostandosi a oriente rispetto a Tamul, s'incontra il territorio di Angarid: esso occupa tutta la zona centrale e settentrionale del regno, avendo come ultimi baluardi nordici castelli di cavalieri e il Santuario di Ares, Dio della guerra e della giustizia.
La città di Angarid è stata dichiarata territorio franco poiché ospita la grande Biblioteca in cui è custodito tutto il sapere delle Terre, oltre ad essere la sede dell'Ospedale.
Secondaria città è Sehan, un tempo distrutta e decaduta ed ora in fiorente rinascita grazie al commercio ed ai mercanti nomadi.
Benché la razza umana sia molto diffusa all'interno del regno, non mancano, però, segni d'insediamenti di altre razze, che riescono a convivere, più o meno bonariamente, con la variegata popolazione del Governo centrale, come gli allegri Folletti e gli avventurosi Halfling.
A capo indiscusso del Governo centrale di Angarid è la figura del Sovrintendente, coadiuvato nel suo compito dai Notabili del regno e dai dipendenti di Corte. Egli sostituisce l'autorità del Principe reggente sino al suo ritorno o a quello di un suo consanguineo.

La parte sud-orientale delle Terre Invisibili racchiude i territori del Libero Ducato.
Da sempre esso ospita fiere e orgogliose genti, non disposte a sottostare alle leggi emanate da un qualunque governo. Sin dagli albori delle Terre sono state indicate come lande senza legge né sicurezze, lasciate a se stesse e a chi ha trovato in loro, a proprio rischio e pericolo, un luogo da chiamare casa.
Per fornire un minimo di tutela a questo territorio è sorto il Concilio delle razze, guidato dai capi delle principali razze che albergano nel Ducato.
Le foreste qui sono immense e molteplici,in taluni casi anche magiche, e una di esse accoglie le mistiche corti degli elfi, ben celate ad occhi di semplici viaggiatori. Mentre i monti accolgono nei loro anfratti le dimore di Nani e Mezzelfi, oltre che il luogo ove dimorano le anime dei defunti.
Molti sono anche i villaggi, primo fra tutti quello denominato Villaggio della Feccia, dove il Rifugio del Viandante accoglie ogni esule, da ubriachi pirati a mai stanchi raminghi, da contrabbandieri malfamati a criminali in fuga. Meno diffamato è il Regno Fatato, ubicato presso le Sorgenti Incantate, oltre i monti ad est.


Le Lande Oscure invece proseguono la loro politica malvagia sotto l'egida del terribile dio Tiamat; qui dove la luce del giorno si affaccia con timore, potrete trovare i più sadici combattenti, maghi oscuri, il villaggio dei possenti orchi, segrete e dedali mortali.
Il loro territorio si è sempre esteso nella parte nord-est delle Terre Invisibili e l'accesso a tali zone è dato dal Passo del Cappio, valico tra le Montagne dei Draghi, oltre che lungo il deserto nordico.
Nell'angolo più sparuto delle Lande, quello orientale-settentrionale, si erge la Dimora Oscura, cuore vivo delle terre corrotte, sede del Governo Oscuro e del Tempio eretto al dio.


Se ciò che vi abbiamo narrato fino ad ora ha stuzzicato la vostra curiosità, vi aspettiamo nelle Terre Invisibili, augurandovi una lieta permanenza e soprattutto Buon Divertimento!